Quali sono le applicazioni dei readers RFID e dei tag? Ecco una panoramica di quelle più comuni:

Controllo accessi e rilevazione presenze

Queste applicazioni dei lettori RFID sono diffuse sin dagli anni Novanta. I readers vengono utilizzati per il controllo accessi – dalle stazioni alle aziende, dagli impianti sciistici (skipass) alle palestre – e per rilevare la presenza dei dipendenti in imprese e ufficiDalla fine del Duemila si è diffuso l’impiego di lettori anche per il controllo accessi dei veicoli, nei parcheggi sia pubblici che privati.

Tracciabilità di animali e piante

Ancora negli anni Novanta sono nate le prime applicazioni per la tracciabilità di animali domestici – cani e gatti – e da allevamento – ovini, bovini, suini, polli, galline, tacchini. Nel settore agroalimentare, i readers RFID vengono utilizzati per l’identificazione di piante e alberi; diffusa è anche la loro applicazione per tracciare vini, fusti di birra, salumi, formaggi e alimenti pregiati, al fine di garantire l’autenticità del prodotto.

Librerie e biblioteche

La prima biblioteca ad aver introdotto la tecnologia RFID per catalogare e tracciare i propri libri è stata la Biblioteca Apostolica Vaticana, dopodiché questo utilizzo si è diffuso anche in altre librerie e biblioteche.

Retail

Negli ultimi dieci anni l’utilizzo principale di lettori e tag RFID si è avuto nel settore retail, dalla moda (sia pronto moda che fashion) alle calzature, dall’ottica e occhialeria all’elettronica di consumo, dall’abbigliamento e attrezzature sportive fino alla grande distribuzione organizzata e supermarket.

Identificazione dei rifiuti

Uno dei mercati sviluppati da Partitalia è quello dell’identificazione del rifiuto domestico – che consente di identificare le utenze e tracciare i conferimenti nei comuni che applicano la tariffazione puntuale -, identificazione del rifiuto industriale e identificazione del rifiuto sanitario. 

Industria 4.0 e robot

Con l’avvento dell’Industria 4.0 si è avuta una diffusione massiccia dei lettori e dei tag RFID, che vengono adoperati nei magazzini automatizzati, nei distributori automatici di farmaci e apparati chirurgici. In particolare, nell’ambito sanitario si ricorre alla tecnologia RFID per l’inventario di apparati diagnostici e chioschi e per la gestione di sacche di sangue. Nel prossimo futuro i readers RFID saranno adoperati per riconoscere sensori impiantabili nel corpo umano, senza batteria. Un ulteriore sviluppo futuro è costituito dai robot, che saranno usati per inventari e planogramma in ambito retail. 

Industria tessile

A partire dagli anni Duemila tag e lettori RFID sono impiegati nell’industria tessile, per identificare stoffe e rocchette.

Lettori RFID per ipovedenti

Grazie alla presenza, in Italia, di una infrastruttura indoor di ben 1.200 km, principalmente nelle grandi stazioni e negli aeroporti, in cui sono posizionati ogni 60 cm tag RFID, si è diffuso l’impiego di lettori RFID che fanno da guida per i non vedenti.

Trasporti e logistica

Nell’ambito dei trasporti, i tag RFID sono utilizzati per tracciare servizi postali di spedizione, roll dei supermercati, pallet, container e bagagli aerei. Nella logistica, si ricorre ai readers RFID per ridurre il tempo di identificazione dei componenti usati nell’assemblaggio e nel picking di componenti, pacchi, chiavi di accensione, pneumatici. E, ancora, per la manutenzione di motori elettrici, server, estintori, bombole per gas, ossigeno, ganci, cavi e strumenti per lavori aerei.

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere in tempo reale le ultime novità.

Privacy

Grazie! Iscrizione avvenuta.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per mostrarti mappe e video di Google. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e quelli di terze parti (Google, Youtube). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore, se non li abiliterai non potrai vedere alcuni video e mappe di Google. INFORMATIVA PRIVACY